FILARMONICA TOSCANINI - NICOLETTA CONTI

21.12.2017

NINO ROTA
Film suite
GEORG FRIEDRICH HÄNDEL
Sarabanda (Barry Lyndon)
GIOACHINO ROSSINI
La gazza ladra, ouverture (C’era una volta in America)
LUDWIG VAN BEETHOVEN
Sinfonia n. 7, Adagio (Il discorso del Re)
DIMITRI SHOSTAKOVITCH
Jazz Suite n.2, Valzer n.2 (Eyes wide shut)
PIETRO MASCAGNI
Cavalleria Rusticana, intermezzo (Il Padrino)
JOHANNES BRAHMS
Danza ungherese n. 5 (Il grande dittatore)

Direttore: Nicoletta Conti

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Nicoletta Conti, direttrice d'orchestra fra le più apprezzate nel panorama internazionale, esibisce un solido curriculum: studi con Ferrara, Hager, Ozawa e Masur, perfezionamento con Leonard Bernstein a Santa Cecilia, un prestigioso premio al Concorso Nikolai Malko di Copenaghen nel 1986. Tante le orchestre da lei dirette in oltre trent'anni di carriera, non ultima la Filarmonica Arturo Toscanini con la quale ora inaugura la stagione. Sui leggii musiche divenute popolari grazie alla loro utilizzazione in alcuni capolavori del cinema, dalla solenne Sarabanda di Händel eternata da Kubrik nella scena del duello in Barry Lindon alla Gazza Ladra di Rossini di C'era una volta in America. L'appassionante gioco musica-film continua con la Sinfonia n. 7 di Beethoven, che nel 2010 ha reso commovente la scena clou del film Il discorso del re di Tom Hooper. Poi il Valzer dalla Jazz Suite n. 2, cioè il brano più famoso di Shostakovich grazie al film Eyes wide shut di Kubrik, indi l'Intermezzo della Cavalleria Rusticana utilizzato nel Padrino. Chiusura con la Danza Ungherese n. 5 di Brahms (per via del Grande dittatore di Chaplin), apertura con la Film Suite di Nino Rota.

condividi