Immagine del teatro come banner della pagina principale.
Menu Principale

news » prosa


Titolo: LA STAGIONE TEATRALE 2014-2015


Titolo

Descrizione:


Appena presentata alla stampa la stagione di prosa e la stagione di musica 2014-2015 del Teatro Rossini.
La stagione di quest'anno vede grandi nomi sul palcoscenico del nostro teatro, tra cui spicca una lunga lista di attrici femminili di tutto rispetto..Angela Finocchiaro, Maria Amelia Monti, Giuliana Lojodice, Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli ed Elena Bucci..giusto per citare le più famose.
Per la compagine maschile da citare Michele Placido nel ruolo shakespeariano di “Re Lear”, Elio De Capitani, osannato dalla critica e dal pubblico, nel ruolo protagonista di “Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller, e altri importanti nomi del teatro italiano, Vittorio Franceschi, Stefano Randisi e Enzo Vetrano, Roberto Valerio.
Anche la danza trova la sua espressione con due produzioni che hanno raccolto grandi consensi di pubblico e critica, “Giselle” dello Junior Balletto di Toscana e “Don Q.-Don Quixote de la Mancha” di Aterballetto; entrambe le coreografie sono firmate da Eugenio Scigliano.
Anche per la musica sei prestigiosi appuntamenti con alcune delle pagine celebri del grande repertorio (Beethoven, Mendelssohn, Grieg, Dvorak, Strauss) ma anche novità assolute e alcune chicche molto particolari. Fra gli interpreti molti debutti: dal francese Rémi Geniet all’ungherese Quartetto Kelemen, fresco vincitore del Concorso Internazionale “Paolo Borciani” di Reggio Emilia. Due concerti sono diretti da Francesco Lanzillotta, fresco di nomina di direttore principale della Filarmonica Arturo Toscanini.


STAGIONE DI PROSA 2014-15


7-8-9° novembre 2014
GoldenArt Production/Ghione Produzioni
RE LEAR
di William Shakespeare
con Michele Placido, Gigi Angelillo
Scene di Carmelo Giammello
Costumi di Daniele Gelsi
Regia di Michele Placido e Francesco Manetti

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

Michele Placido nei panni di uno dei più complessi e affascinanti personaggi shakespeariani, Re Lear. Al principio del XVII secolo le teorie di Keplero, Galilei, Hobbes, unite alle idee di Giordano Bruno ed altri, stavano prepotentemente rivoluzionando il modo di vedere il mondo. Shakespeare sembra assorbire questo sentimento terrorizzante dell’uomo di fronte al Cosmo, per restituirci questa immensa metafora della condizione umana. All’inizio del dramma Lear rinuncia al suo ruolo, consegna il suo regno nelle mani delle figlie, si spoglia dell’essere Re, pilastro e centro del mondo, per tornare uomo tra gli uomini. Ma questa scelta viola le regole che organizzano l’universo, e quel che ne segue sono “azioni innaturali che generano tormenti innaturali”: figli contro padri, follia, violenza, nel contesto di una natura sconvolta e tutt’altro che benigna.


20-21-22-23* novembre 2014
ERT - Emilia Romagna Teatro Fondazione
IL CAPPOTTO
di Vittorio Franceschi - liberamente ispirato all’omonimo racconto di Gogol'
con Vittorio Franceschi, Umberto Bortolani, Marina Pitta
Scene di Matteo Soltanto
Costumi di Elena Dal Pozzo
Regia di Alessandro D'Alatri

Spettacolo serale ore 20.30
Rappresentazione pomeridiana ore 16.00


Uno dei racconti più famosi di tutta la letteratura mondiale rivive sulla scena grazie all’autore e attore Vittorio Franceschi e ad Alessandro D’Alatri, regista diviso tra cinema, teatro e pubblicità. Il cappotto racconta la storia di un innocente, o per meglio dire di un uomo semplice colpito da uno speciale accanimento del destino. È la storia della maggioranza degli esseri umani, dei “copisti della vita” i quali mandano avanti il mondo pur subendone le violenze e gli insulti, e ripetendone all’infinito le parole e gli usi, i sentimenti e i desideri, i sogni e i naufragi.


20-21°-22 dicembre 2014
Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia/Enfi Teatro
LA SCENA
di Cristina Comencini
con Angela Finocchiaro, Maria Amelia Monti e Stefano Annoni
Scene di Paola Comencini
Costumi di Cristiana Ricceri
Regia di Cristina Comencini

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

La scena, di Cristina Comencini, è una commedia degli errori sviluppata intorno ad un incontro/scontro generazionale e affrontata in maniera sincera. La comica immersione di un ragazzo nella vita e nei sentimenti di due amiche mature e dalle femminilità opposte, porta ad un confronto acceso con esiti imprevisti: le donne e il ragazzo scoprono di vivere nello stesso mondo tutto da rifare. L'educazione sentimentale dello spettacolo teatrale spinge il pubblico a rimescolare le certezze, affrontando le pulsioni di due donne, le rabbie e le fragilità di un giovane uomo, la comune ricerca di amore e di libertà in un mondo mutante.


23-24-25° gennaio 2015
Teatro Eliseo/L'Isola Trovata srl
LA PROFESSIONE DELLA SIGNORA WARREN
di George Bernard Shaw
con Giuliana Lojodice
Regia di Giancarlo Sepe

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

Scritta da George Bernard Shaw nel 1898 e inserita nella raccolta Commedie sgradevoli, La professione della signora Warren è un’opera dall’efficacia pungente contro l’ipocrisia ed i compromessi della società. Sul palco, il talento di Giuliana Lojodice, diretto da Giancarlo Sepe. Da inserirsi nel contesto letterario-sociale di avanguardia del suo tempo, il testo di Shaw mantiene tuttora una vivacità inesauribile dei dialoghi e un’acutezza ricchissima dei sentimenti posti in gioco. La tensione etica e il coraggio di rottura morale fanno de La professione della signora Warren un vasto processo all’intera società del tempo, che si protrae tenacemente in quella attuale.


21-22°-23 febbraio 2015
Teatro Biondo Stabile di Palermo/ERT - Emilia Romagna Teatro Fondazione/Associazione Diablogues
L'ONOREVOLE
di Leonardo Sciascia
con Enzo Vetrano, Stefano Randisi, Laura Marinoni
Scene e costumi di Mela Dell'Erba
Regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

L’onorevole è un testo che racconta con intrigante ironia come l’ascesa politica di un onesto professore di lettere possa diventare un’ineluttabile ma pacifica, perfino brillante, caduta morale. Letto oggi, questo testo scritto nel 1965, che ci parla di connivenze tra politica, affari, alti prelati e criminalità organizzata, di favori e corruzioni, di furbizie e tradimenti, assume il carattere di un’amara profezia. Due sono i tratti che sentiamo particolarmente vicini: da un lato il considerare la verità come una visione distorta della realtà, qualcosa da cui allontanarsi gradualmente, ridicolizzare e infine mettere all’indice come un’espressione della follia, dall’altro lato il modo, tipico della scrittura di Sciascia – ma con lui anche di tanti autori e letterati siciliani, Pirandello in testa – di descrivere la società in cui vive attraverso meccanismi narrativi che sembrano portare in un luogo e un tempo paralleli, quasi astratti e invece sono una descrizione lucida e spietata di ciò che avverrà oggi o in un futuro più o meno incombente.


14-15°-16 marzo 2015
Compagnia Attori e Tecnici
ASSASSINIO SUL NILO
di Agatha Christie
con Viviana Toniolo, Annalisa Di Nola, Stefano Messina
Scene di Alessandro Chiti
Costumi di Isabella Rizza
Regia di Stefano Messina

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

Dopo i successi di Trappola per Topi e Tela del ragno, continua il felice sodalizio della Compagnia Attori & Tecnici con Agatha Christie che porta in scena uno dei suoi titoli più famosi: Assassinio sul Nilo. Scritto nel 1946 e tratto dal romanzo omonimo pubblicato dieci anni prima, Death on the Nile rappresenta uno dei testi più noti e apprezzati della giallista inglese, come testimonia anche il film di grande successo del 1978 con protagonisti, tra gli altri, Peter Ustinov, Bette Davis e Mia Farrow. Un ritmo serrato e una tensione continua, dove gelosia e denaro, passione e vendetta e l'epilogo davvero inaspettato, regalano a tutti gli appassionati del giallo uno spettacolo ricco di suspense e a tutti gli appassionati di teatro una commedia noir ironica e raffinata con un’Agatha Christie al meglio di sé.


10-11-12° aprile 2015
Teatridithalia Elfo Puccini
MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE
di Arthur Miller
con Elio De Capitani, Cristina Crippa
Scene e costumi di Carlo Sala
Regia di Elio De Capitani

Spettacolo serale ore 20.30
° Doppia rappresentazione ore 16.00 e 20.30

Diecimila spettatori, applausi e commenti appassionati - della critica e degli spettatori - hanno accolto lo spettacolo firmato da Elio De Capitani nel gennaio scorso. Sono molte le coincidenze tra il momento storico attuale e i temi affrontati dal testo di Miller - il muto da pagare, la disperazione di chi si uccide perché non ha più i mezzi per sopravvivere o perché ha fallito nella scalata sociale - ma il successo dello spettacolo ha radici più profonde. Al centro della scena espressionista di Carlo Sala una compagnia di attori in stato di grazia dà verità e profondità ai sentimenti più universali, al cuore pulsante dell'esistenza: lo strazio di invecchiare, lo scomodo bilancio delle colpe e degli errori nelle relazioni con chi amiamo di più e, soprattutto, la tentazione della menzogna, del "far finta di essere" quello che non siamo.



STAGIONE ULTIMA GENERAZIONE 2014-15

13 novembre 2014
Tiesseteatro srl
TRES
di Juan Carlos Rubio
con Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli, Sergio Muniz
Costumi di Silvia Morucci
Scene e regia di Chiara Noschese

Spettacolo serale ore 20.30

Un testo scritto da un nuovo autore spagnolo e diretto da una donna, di una ‘comicità violenta’ per ammissione della stessa Chiara Noschese, che di questa caratteristica si è innamorata con l’idea di ‘aprirlo’, dilatarlo per accompagnare il pubblico italiano in una comicità irriverente, senza un preciso messaggio o una proposta di legge, ma un semplice gioco per raccontare la vita: la voglia d’amore e di famiglia, anche se non più con il modello tradizionale. Il desiderio di raccontare il femminile e il maschile senza femminismi o maschilismi per assaporare due dimensioni che si intrecciano in modo sempre nuovo.

16 dicembre 2014
CTB Centro Teatrale Bresciano – Le belle bandiere
SVENIMENTI
un vaudeville
dagli atti unici, dalle lettere e dai racconti di Anton Cechov
con Elena Bucci, Gaetano Colella, Marco Sgrosso
Scene di Giovanni Macis
Progetto, elaborazione drammaturgicadi Elena Bucci e Marco Sgrosso
Regia di Elena Bucci

Spettacolo serale ore 20.30

Lo spettacolo parte da una fantasia in trio incentrata su alcuni dei formidabili “Atti Unici” composti da Anton Cechov. Testi veloci, delicati e spiritosi, lievi e rivoluzionari. Nuvole di puro teatro, ritmo ed esilaranti invenzioni che illuminano la solitudine malinconica dei suoi antieroi, le ridicole debolezze di noi tutti, la misteriosa tessitura dei rapporti, le utopie, la trasformazione veloce di un mondo che ci assomiglia, oggi come allora.



15 gennaio 2015
Fonderia Mercury – Progetto “AutoreVole: audiodrammi in teatro”
RADIOGIALLO
di Carlo Lucarelli
con D. Ornatelli, C. Broggini,A. Quattro, M. Pellegrini, A. Pazzi, E. Molos
Adattamento e regia di Sergio Ferrentino

Spettacolo serale ore 20.30

Pochi autori, quando non si occupano di romanzi, si confrontano con la drammaturgia radiofonica, cioè con storie concepite espressamente per l’oralità. Alcuni tra i più importanti – Bajani, Carlotto, Corrias, Dazieri, Lucarelli, Bucciarelli – hanno raccolto questa sfida, scrivendo una storia originale che è stata adattata in audiodramma da Sergio Ferrentino. Il pubblico, con le cuffie, assiste abusivamente all’allestimento dei radiodrammi e alla costruzione di un’immagine acustica che permetta di “vedere la radio”. Il palcoscenico si trasforma così in uno studio radiofonico, gli ambienti vengono ricostruiti acusticamente, gli effetti realizzati dai rumoristi in scena; gli attori recitano in una “diretta radiofonica”, si rapportano con i microfoni scindendo il testo dal gesto.

10 febbraio 2015
Junior BallettO di ToscanA
GISELLE
Balletto in un atto unico
Musica di Adolphe Adam
Drammaturgia, regia e coreografia di Eugenio Scigliano

Spettacolo serale ore 20.30

Per affrontare Giselle, caposaldo e sintesi del Romanticismo coreografico, Eugenio Scigliano torna direttamente alle fonti poetiche e letterarie del balletto. Il coreografo si immerge direttamente nell’atmosfera gotica e notturna tanto cara alle culture nordiche, della quale il tema dell’irresistibile passione amorosa legata al’idea della ‘non-morte’ è fulcro portante. Scigliano ambienta la vicenda nell’età vittoriana, in una scuola dove si educano fanciulle di buona famiglia con rigidi rituali accuratamente pensati per soffocarne le passioni, ma nel quale è anche sufficiente mettere a contatto l’innocenza dei sentimenti dei più giovani con l’ambiguità cinica degli adulti per fare esplodere un conflitto profondo e sconvolgente tra verità e convenzioni.


3 marzo 2015
Aterballetto
DON Q. - DON QUIXOTE DE LA MANCHA
Scene e luci di Carlo Cerri
Musiche di Kimmo Pohjonen, musica classica spagnola
Coreografia di Eugenio Scigliano

Spettacolo serale ore 20.30

In questo lavoro di Eugenio Scigliano Don Q., dedicato alla figura di Don Quixote, l’antieroe di Cervantes assume connotazioni contemporanee tra visioni oniriche e percezione di un contesto d’azione reale. Emerge, da un impianto scenico sospeso fra il concettuale e il “puro visivo”, un uomo che da un lato “sopravvive” alla decadenza del suo tempo grazie alla sua stessa follia e dall’altro “vive” in virtù dei sentimenti più nobili e universali: amore ed amicizia. L’ingegnoso Hidalgo diventa così metafora inquieta dell’artista in equilibrio instabile fra la realtà e l’immaginario da lui stesso creato. Anche la scelta musicale ricalca questa sorta di schizofrenia: a brani di musica classica spagnola si alternano le sperimentazioni sonore del finlandese Kimmo Pohjonen, quasi ad affermare l’universalità di un Don Quixote il cui spirito non omologato dovrebbe ispirarci, oggi più che mai.

25 marzo 2015
Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Valzer srl
L'IMPRESARIO DELLE SMIRNE
di Carlo Goldoni
con Valentina Sperlì, Roberto Valerio
Scene di Giorgio Gori
Costumi di Lucia Mariani
Adattamento e regia di Roberto Valerio

Spettacolo serale ore 20.30

Una compagnia di gente disperata e affamata, pronta a perdere dignità e amici per un attimo di celebrità. No, non è il ritratto di un’umanità da reality show… È il Carlo Goldoni de L’impresario delle Smirne, una radiografia impietosa dell’ambiente del teatro, in cui le illusioni si creano e si distruggono in un attimo e le anime fragili dei personaggi vanno a pezzi fra ciniche lotte di potere. Marionette ridicole e furbastre, gli attori della compagnia in tournée al di là del Bosforo cercano di primeggiare per far carriera, per ottenere un vestito più sfarzoso, un privilegio o un soldo in più. Insomma: essere è apparire, ed era così anche tre secoli fa.



STAGIONE CONCERTISTICA 2014-15

Giovedì 27 novembre 2014 ore 20.30
Richard Strauss
Concerto in mi bemolle maggiore per corno e orchestra, op. 11
Seconda parte in via di definizione

Corno: Ettore Contavalli
Direttore: Francesco Lanzillotta

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI


Venerdì 19 dicembre 2014 ore 20.30
Gioachino Rossini
Il barbiere di Siviglia Ouverture

Paolo Marzocchi
Fantasia dell'Assenza per pianoforte, orchestra e arpa a bicchieri

Ludwig van Beethoven
Coriolano, ouverture in do minore,op. 62

Igor Stavinskij
Sinfonia in do

Pianoforte: Paolo Marzocchi
Arpa a bicchieri: Igor Sklyarov
Direttore: Francesco Lanzillotta

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI


Martedì 27 gennaio 2015 ore 20.30
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 1 in do maggiore, op. 21

Felix Mendelssohn-Bartholdy
Sinfonia n. 3 "Scozzese" in la minore per orchestra , op. 56

Direttore: Maurizio Zanini

ORCHESTRA REGIONALE DELL'EMILIA ROMAGNA


Mercoledì 4 febbraio 2015 ore 20.30
Johann Sebastian Bach
Suite Inglese n. 1 in la maggiore, BWV 806
Capriccio sopra la lontananza del suo fratello dilettissimo in di bemolle maggiore, BWV 992
Toccata in do minore, BWV 911

Fryderyk Chopin
4 Mazurche op. 17
Sonata n.3 in si minore op. 58

Rémi Geniet, pianoforte


Giovedì 19 febbraio 2015 ore 20.30
Franz Joseph Haydn
Quartetto Op.76 n. 2
Felix Mendelssohn
Quartetto op.13 in la minore
Béla Bartòk
Quartetto per archi n. 5

QUARTETTO KELEMEN
Barnabás Kelemen - violino
Gábor Homoki - violino e viola
Katalin Kokas - violino e viola
Dóra Kokas – violoncello

Giovedì 5 marzo 2015 ore 20.30
Edvard Grieg
Peer Gynt Suite n. 1 op. 46
Concerto in la minore per pianoforte e orchestra op. 16

Antonin Dvořák
Sinfonia n. 9 in mi minore op. 95 Dal nuovo mondo

Direttore: Asher Fisch
Pianoforte: Roberto Cappello

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI


RINNOVO E NUOVI ABBONAMENTI da sabato 4 ottobre a domenica 19 ottobre

VENDITA BIGLIETTI da sabato 25 ottobre




Pubblicata il:


29.08.2014



archivio news


--
01
--
02
--
03
--
04
--
05
--
06
--
07
--
08
--
09
--
10
--
11
--
12

categorie news


Fondazione Teatro Rossini - Piazzale Cavour, 17 48022 Lugo (RA), Italia - P.I. 02073240398 | Privacy
credits