CARLO VISTOLI & FILIPPO PANTIERI | Giovedì 24 novembre 2022

24.11.2022

Giovedì 24 novembre ore 20.30

Carlo Vistoli, controtenore
Filippo Pantieri, pianoforte

Musiche e brani di Georg Friedrich Händel, Antonio Vivaldi, Wolfgang Amadeus Mozart, Gioachino Rossini

Carlo Vistoli intraprende lo studio del canto con William Matteuzzi e Sonia Prina nel 2007 debutta in scena nel 2012, con Dido & Aeneas. Riceve numerosi riconoscimenti in concorsi internazionali, tra cui il Premio Farinelli all'edizione 2012 del Concorso Città di Bologna e il Primo Premio al Concorso Renata Tebaldi (sezione barocca) di San Marino nel 2013. Selezionato per l'edizione 2015 di Le Jardin de Voix di William Christie, con cui collabora da allora, negli anni successivi partecipa a produzioni come Giulio Cesare in Egitto a Shanghai, Dafne di Caldara a Venezia, Agrippina a Brisbane (per la quale riceve un Helpmann Award), Erismena di Cavalli a Aix-en-Provence con Leonardo García Alarcón. Nel 2017, prende parte a una tournée internazionale con il progetto Monteverdi450 di John Eliot Gardiner. Più recentemente, citiamo Orlando furioso alla Fenice, L'incoronazione di Poppea al Festival di Salisburgo, Artaserse di Hasse a Sydney, La Finta pazza di Sacrati a Digione con Alarcón, Orfeo ed Euridice all'Opera di Roma nell'allestimento di Robert Carsen, Semele con Gardiner a Parigi, Londra, Milano (Teatro alla Scala). Nel 2021 canta Rinaldo all'Opera di Losanna e debutta come Giulio Cesare, a Basilea e Madrid, con Andrea Marcon, prende parte a La Rappresentatione di Anima et di Corpo al Theater an der Wien (con Antonini e Carsen), canta lo Stabat Mater di Pergolesi in tournée con Cecilia Bartoli, diretto da Gianluca Capuano e debutta al Bolshoi di Mosca cantando Polinesso in Ariodante. Nel corso della stagione 2021/22 si segnalano Orfeo ed Euridice alla Komische Oper di Berlin (con Bates e Michieletto) e una nuova produzione di Giulio Cesare in Egitto al Thêatre des Champs-Elysées di Parigi come Tolomeo (con Jaroussky al suo debutto come direttore d'opera e Michieletto), Xerse di Cavalli al Festival della Valle d'Itria di Martina Franca, Ruggiero in Alcina al fianco di Cecilia Bartoli a Firenze (diretto da Capuano e con l'allestimento di Michieletto) e il debutto come Nerone ne L'incoronazione di Poppea alla Staatsoper di Berlino. Ha registrato per Alpha, Brilliant, Erato, Harmonia Mundi, Ricercar, Soli Deo Gloria e altre etichette, e i suoi due primi recital solistici sono pubblicati da Arcana. (Giugno 2022)



Filippo Pantieri, diplomato con lode in Pianoforte e Clavicembalo sotto la guida di Stefano Orioli e Silvia Rambaldi e Diploma Master presso l’Accademia Pianistica di Imola con Boris Petrushansky, dopo avere vinto il Primo Premio in vari concorsi pianistici e di musica da camera in Italia (Premio Nazionale delle Arti – Roma, Arezzo “Nuovi Orizzonti” etc.), nel 2010 si è aggiudicato il Primo Premio Assoluto “Laureat” con unanimità di giuria al concorso pianistico internazionale “Davorin Jenko” di Belgrado.
Da allora svolge attività concertistica in vari paesi, accompagnato da orchestre quali Guildhall Symphony Orchestra di Londra, Orchestra Nazionale Russa “P. I. Tchaikovsky”, Orchestra Internazionale d’Italia. Ha tenuto concerti come clavicembalista con organici quali Accademia Bizantina, Allabastrina, Ensemble Dolce Concento, Ensemble Harmonicus Concentus, i Musici Malatestiani, ensemble Italico Splendore, le prime parti del Teatro “La Scala” di Milano ed altri.
Con l’Ensemble Sezione Aurea, del quale è fondatore con il violinista Luca Giardini, ha tenuto concerti in Italia (RomaEuropa Festival presso il Teatro Argentina, Bologna Musica Insieme, Sagra Musicale Malatestiana, Accademia di Musica Antica – Milano, Ravenna Festival, Settimane barocche di Brescia etc.) e all’estero (Concentus Moraviae – Repubblica Ceca, Birgu Fest – Malta, Music on the Heights - Polonia etc.)
Ha preso parte a varie registrazioni discografiche. In particolare ha registrato, spesso in prima assoluta, composizioni di autori romagnoli dei secoli XVIII e XVII. Per Passacaille (Belgio) ha inciso le sonate op.2 per clavicembalo con accompagnamento di violino di Ignazio Cirri, insieme a Luca Giardini, recensito con 5 stelle da Rivista Musica e Amadeus. In veste di clavicembalista e concertatore, nel 2020 ha inciso per Arcana, con il controtenore Carlo Vistoli e l’ensemble Sezione Aurea, il cd Amor Tiranno, vincitore del Diamant d’Opera indetto dalla rivista francese Opera Magazine. Nel 2022, con lo stesso ensemble, è prevista l’uscita di un cd sulla figura del soprano Anna Renzi, con Roberta Invernizzi. Nel 2021, come continuista, ha registrato l’opera di Luigi Rossi “L’Orfeo” con Allabastrina per Glossa, vincendo il Premio Franco Abbiati.
Laureato in Scienze del Comportamento presso la facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna, dal 2011 è accompagnatore al Clavicembalo e, dal 2020, docente di Basso Continuo, Clavicembalo e tastiere storiche presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena.